SCARLINO

Scarlino è un borgo di origine medievale situato sulla sommità del Monte d’Alma. A livello storico è stato tra i primi paesi maremmani ad organizzarsi come comune libero intorno alla metà del 1200. Sul paese domina la Rocca Pisana del XIII secolo davanti alla quale si trova un’area archeologica risalente all’età del bronzo. Tutta quest’area archeologica ha restituito molti reperti, il più famoso è sicuramente il “Tesoro di Scarlino”, ritrovato in un nascondiglio della Rocca si tratta di un vaso di terracotta contenente 100 fiorini d’oro risalenti al XIV e XV secolo. I reperti restituiti da questo parco si trovano nel Centro di Documentazione del Territorio nel palazzo comunale del paese.
La parte più antica del paese è formata da piccoli vicoli e stradine, circondata per intero dalle mura medievali. Al borgo antico si può accedere attraverso tre porte di accesso: Porta della Fonte, Porta a Mare e Porta Scabris.
A sette chilometri da Scarlino si trova anche il porto turistico del paese, uno scalo che era utilizzato già in epoca romana, dove oggi oltre alle attività portuali si trovano anche molti locali.
I vigneti lungo la strada del vino Monteregio di Massa Marittima invitano poi a piacevoli escursioni  visite ai produttori locali per degustare i pregiati vini DOC.
Particolarmente amate sono anche le manifestazioni folkloristiche: ogni anno, il 19 agosto, ha luogo la festa folkloristica delle Carriere, una competizione tra le tre contrade del paese, Donato, Rocca e centro.
Sulla costa scarlinese troviamo importanti spiagge, su tutte la spiaggia del Puntone e di Cala Violina che sorge all’interno di una riserva naturale ed è considerata tra le più belle della Maremma. Questa riserva è “L’Oasi di protezione Faunistica Padule e Costiere di Scarlino” situata tra la palude di Scarlino e la pianura di Pian d’Alma. Si tratta di un’area protetta che comprende un sistema collinare e, appunto alcune spiagge.
Altro area da segnalare a Scarlino è quella del Parco Nazionale delle Colline Metallifere Grossetane, un parco multi-tematico tra storia etrusca e medievale, natura e archeologia industriale. Qui si ripercorre tutta la storia dell’attività metallurgica che ha segnato da sempre questa zona della Toscana. Il parco è molto grande toccando ben sette comuni ed è inserito tra i geo-parchi riconosciuti dall’Unesco.

Nei dintorni di Scarlino

Gavorrano
A soli 10 chilometri da Scarlino segnaliamo il paese di Gavorrano situato sul Monte Calvo. Il paese merita senz’altro una visita se siete in zona soprattutto per il suo centro storico e per le diverse aree etrusche presenti nel territorio. Molto bello è il Parco Minerario Naturalistico che offre ai visitatori la possibilità di diventare minatori per un giorno. All’interno del parco si trova anche il Teatro delle Rocce, ricavato da una vecchia cava e utilizzato oggi per vari spettacoli.
Poco fuori da Gavorrano vi sono i resti di Castel di Pietra. Questo castello, situato nella parte nord del territorio gavorranese è legato alle vicende della Pia de’ Tolomei citata anche da Dante Alighieri nella Divina Commedia (Purgatorio). La Pia fu fatta uccidere dopo una lunga prigionia da Nello Pannocchieschi per sposare Margherita Aldobrandeschi. In paese ogni anno ad agosto si svolge un evento che ricorda la vicenda chiamato proprio “Salto della Contessa”.

Massa Marittima
Percorrendo la SP Vado all’Arancio verso l’entroterra si arriva a Massa Marittima, cittadina d’arte tra le più suggestive di tutta la Toscana. Importante meta turistica della Maremma nel suo centro storico si trovano numerosi edifici storici e famosi sono i panorami che si possono ammirare guardando verso il mare. Sulla piazza principale, Piazza Garibaldi si trova la Cattedrale, il palazzo del Podestà, il palazzo dei Conti di Biserno e il palazzo del Comune. Massa Marittima è molto conosciuta anche per i suoi prodotti, su tutti il vino Monteregio di Massa Marittima.

L’evento più importante è la rievocazione storica del Balestro del Girifalco che si svolge ogni anno a maggio e agosto, un’antica tradizione locale in cui tiratori in costumi d’epoca si sfidano nel tiro della balestra.

Castiglione della Pescaia
Altro caratteristico borgo che si può visitare in questa zona della costa maremmana è il borgo marinaro di Castiglione della Pescaia.  Arroccato su un promontorio si trova a soli 20 minuti di auto da Scarlino. Si tratta di una delle mete principali a livello turistico di tutta la Toscana, amata per le spiagge, il mare e per la sua vita notturna con numerosi locali a disposizione dei vacanzieri.
Nel borgo antico racchiuso tra le mura meritano una visita il castello aragonese, le torri e le mura. Molto suggestivo è anche il panorama verso il mare visto dal paese.
Inoltre, a circa 20 chilometri da Castiglione sorge il borgo di Vetulonia, tutt’ora frazione di Castiglione. Vetulonia è stata un’importante città etrusca, potenza economica e politica dell’epoca anche se per tanto tempo la sua reale esistenza è rimasta avvolta nel mistero. Era una città marina situata di fronte ad un altro città etrusca importante, quella di Roselle. È stata un centro commerciale popolato da tantissimi artigiani che lavoravano soprattutto gioielli. La città sfruttava le vicine miniere metallifere e commerciava poi via mare. 


Follonica
Cittadina adiacente a Scarlino si trova in questo golfo proprio di fronte all’Isola d’Elba. Circondata da una grande pineta è famosa per il suo mare e per la qualità dei servizi che offre durante la stagione estiva proponendo la vacanza perfetta sia per le famiglie, sia per gruppi di ragazzi. L’estate è senza dubbio la stagione migliore per recarsi a Follonica ma anche durante i mesi invernali la cittadina offre numerosi svaghi e attrazioni. Molto famoso è il Carnevale di Follonica.
La spiaggia di Follonica si trova proprio davanti alla città ed è molto grande formata da sabbia fine. Qui si trovano lunghi tratti di spiaggia libera e numerosi stabilimenti balneari. Inoltre, intorno al centro abitato vi sono molte altre spiagge come La Carbonifera, Torre Mozza, La Polveriera solo per citarne alcune.