PARCO DELLA MAREMMA

Visitare il Parco della Maremma è un’esperienza unica che aiuta a comprendere fino in fondo cos’è questa terra. La macchia mediterranea, la ricca fauna del luogo, gli uccelli, le spiagge, rendono questo luogo unico, una tappa imperdibile per chi si reca in questa parte della Toscana.
Il Parco Naturale della Maremma è il più grande dei parchi maremmani e sicuramente il più importante. La sua estensione si aggira intorno ai 40.000 ettari tra oasi e riserve. Il Parco si estende dal comune di Orbetello (Talamone) fino alla foce dell’Ombrone (circa 100 kmq), delimitato verso l’interno dall’Aurelia. La maggior parte del parco è occupata dai monti dell’Uccellina, mentre più a nord ci sono le zone paludose della foce dell’Ombrone. 

Per visitare il parco vi sono diversi percorsi a seconda della stagione, della durata e della difficoltà. 

Il Parco per via della sua posizione geografica è meta prescelta da molte specie di uccelli e poterli osservare dai numerosi capanni rappresenta una delle attrazioni principali. Qui si possono avvistare numerose specie più o meno rare come il fratino, la ghiandaia marina, il falco pescatore, il gheppio, la poiana, il biancone, il falco di palude, il barbagianni e tanti altri.
La fauna del Parco comprende invece molti tanti animali simbolo della Maremma, passeggiando non è difficile incontrare lepri, caprioli, daini, faine, volpi, ricci, tassi e lupi anche se il vero simbolo della zona è naturalmente il cinghiale maremmano.
Un’altra particolarità del Parco è la presenza di cavalli e bovini che vivono allo stato brado o allevati comunque all’aperto in stato di libertà come le vacche maremmane. 

Oltre alla ricchissima fauna e alla variegata flora questo luogo merita una menzione anche dal punto di vista storico.
Le torri di avvistamento costruite nel XV secolo per prevenire gli attacchi dei pirati saraceni e le rovine dell’abbazia di San Rabano del XII secolo nata come monastero benedettino abbandonato nel Cinquecento, sono solo alcune delle testimonianze storiche ancora visibili mentre si passeggia nel Parco. 
Ultima chicca ma non per ordine di importanza sono le spiagge, cinque in tutto. Marina di Alberese, Principina a Mare (parte nord dalla foce dell’Ombrone), Collelungo a sud di Marina di Alberese, Cala di Forno e le Cannelle a Talamone. 

Gli ingressi del Parco sono tre e si trovano ad Alberese, a Talamone e in località Collecchio nel comune di Magliano in Toscana. Il costo del biglietto d’ingresso può variare a seconda delle modalità e va dai 9 ai 17 euro.